Siamo molto contenti quando possiamo dare la colpa della nostra malattia a un nemico esterno: un batterio, un virus. Ma Pasteur lui stesso riconosceva alla fine della sua vita che il microbo non è niente in confronto all’importanza del terreno.

La stanchezza, lo stress, l’angoscia, una cattiva igiene di vita ci rendono molto più vulnerabili alle agressioni esterne.
Se queste aggressioni vincono le nostre difese interiori è generalmente per delle ragioni più profonde. Ci accontentiamo troppo spesso di combattere i sintomi, di eliminare gli effetti visibili… le cause profonde invece sono spesso tralasciate, ignorate.

La bioconsapevolezza propone di integrare la ricerca di queste radici della malattia e portare maggiore salute nella propria vita.