La paura della malattia
è più pericolosa della malattia stessa.

(Paracelso XVI secolo)

E se la malattia non fosse il dramma che viviamo?
E se la malattia fosse una risposta sensata del corpo per risolvere
una situazione alla quale non trovo soluzione ?
E se la malattia fosse un messaggio per portare l’attenzione su una problematica che sto negando o che non ho elaborato a suffiscienza e che mi fa consumare tanta energia da mettere in pericolo
la mia qualità e la mia quantità di vità?

 

Partendo dal presupposto che il corpo è estremamente competente, il mio approccio ha per obbiettivo di

  • capire perché ha avuto bisogno di sviluppare una malattia
  • decodificare il messaggio per poter riprendere in carica
    consapevolmente la risoluzione del problema e liberare
    il corpo da questo compito.

Sfruttare al massimo la malattia fino a che si esaurisca e che io ne esca più forte e con maggiore benessere che prima che apparisca.

Guardare l'intervista su Telecolor:
http://www.youtube.com/watch?v=sFl8b8Kix7o

PER SAPERNE DI PIÙ freccette